Sentiero CAI n° 105 Vejano – Blera

LIVELLO DI DIFFICOLTÀ
E

DISLIVELLO ACCUMULATO IN SALITA
370 m circa

DISLIVELLO ACCUMULATO IN DISCESA
390 m circa

TEMPO DI PERCORRENZA
6 ore circa

SVILUPPO
16 km circa

PERCORSO
Da Vejano a Blera
attraversando il Parco Naturale
Regionale Marturanum

SEGNALETICA
Segnaletica CAI.

MANUTENZIONE
Parco Marturanum
Comune di Vejano
Comune di Barbarano Romano
Comune di Blera

Dal centro abitato di Vejano, Piazza XX Settembre, si prende Via del Bagnolo e Via XXIV Maggio e si esce dal paese percorrendo una stradina asfaltata e poi sterrata per circa 3 km fino all’ingresso del Parco Marturanum. Aprire e chiudere il cancello. Seguire il sentiero dentro il parco in ambiente selvaggio con bosco e prati: possibilità di trovare tratti fangosi durante la stagione delle piogge. Si passa per il Fontanile Mandrione (acqua non potabile), per i ruderi della Casaccia e, dopo aver superato il Monte Regolano, per il Fontanile Tiritera (acqua non potabile). Infine si sentiero si innesta nel sentiero 103 tra Civitella Cesi e Barbarano Romano in località Ortaccio.

Dal sentiero 103, in prossimità dell’ingresso del Parco lato Barbarano Romano, si segue la segnaletica del sentiero 105 in direzione Blera. Si attraversa un bosco con resti del basolato dell’antica Via Clodia e quindi si arriva sulla strada comunale Fontanaccia (sterrata) che si percorre per un breve tratto. Si segue il sentiero fino al fontanile La Bandita per poi attraversare il vecchio tracciato della ferrovia Orte Civitavecchia. Si giunge quindi al centro abitato di Barbarano Romano percorrendo per un breve tratto la provinciale barbaranese (asfaltata), e conteggiando un’area pic-nic con un fontanile con acqua potabile. Si prosegue per località Canale, da dove è possibile, deviando dal sentiero, accedere al centro storico di Barbabano. Si prosegue il sentiero del Valloni passando per la bellissima forra del Biedano dove si incontrano i resti di 4 antiche mole molto suggestive. A metà della forra c’è il bivio per il sentiero 138a. Prima di salire per il paese di Blera è possibile vedere il Ponte del Diavolo, un antico ponte romano.

Dove mangiare e dormire

Per visitare la Tuscia Viterbese scegliete il turismo sportivo, un prodotto autonomo e originale che integra gli elementi propri ai settori dello sport e del turismo.

 

Il turismo sportivo porta in sé l'esperienza motoria dello sport e i fattori culturali ad essa collegati combinandoli all’essenza del stessa del viaggio e del soggiorno.

 

In queste pagine potete trovare la struttura ricettiva più adatta alla vostra attività preferita.

Scopri

Ti interessa altro?

Segui i nostri Canali Social

© Tuscia Sport & Leisure
Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Viterbo

Via F.lli Rosselli 4, 01100 Viterbo

PEC: camera.commercio.viterbo@vt.legalmail.camcom.it

2 + 6 =