Percorso Blu San Girolamo – Montefogliano

LIVELLO DI DIFFICOLTÀ
Medio Alta

DISLIVELLO TOTALE
581 m circa

TEMPO DI PERCORRENZA
1 ora e 10 min / 1 ora 1 ora e 50 min

SVILUPPO
19,740 km circa

Informazioni generali

I tragitti sono segnalati ad ogni incrocio principale con frecce che riportano il colore del percorso, la percentuale di asfalto è quasi zero, quindi si percorrono tratturi e single track nei boschi di Montefogliano.

Monte Fogliano è Alto 966 m, è la seconda cima dei Monti Cimini dopo il Monte Cimino. Come tutta la catena è ricoperto di faggi e castagni, fitti boschi un tempo noti col nome di Selva Cimina, dove secondo le credenze abitavano spiriti e misteriose presenze. La strada per Monte Fogliano si prende da Cura di Vetralla, ed il limite del bosco e la partenza dei percorsi che stiamo trattando è a soli 3 km dal paese. Sulle falde del monte si trovano le rovine dell’eremo di S. Girolamo, risalente al XVI secolo ed il Convento di S.Angelo, fondato nel XIII secolo da monaci benedettini che passarono all’ordine cistercense e che abbandonarono il luogo un secolo dopo. Si consiglia di visitare Monte Fogliano l’8 maggio, in occasione di una celebre e antica festa che si svolge ogni anno dal 1470 tra i faggi secolari, lo Sposalizio dell’Albero, con cui Vetralla rinnova il possesso di Monte Fogliano con un rito in cui due alberi vengono addobbati con fiori e sposati dal sindaco.

 

Il luogo della partenza è all’inizio del bosco, nei pressi del campo sportivo, sulla strada che porta da Cura di Vetralla (sulla Cassia) a S. Martino Al Cimino, poco dopo il passaggio a livello, dove è possibile lasciare l’auto e si può anche fare rifornimento d’acqua e dove è posto un quadro sinottico dei percorsi.

Come si raggiunge:

Cura di Vetralla è al Km. 64,00 della S.S. Cassia
– da Nord A1 uscita Orte superstrada uscita Viterbo Sud proseguire sulla Cassia dir. Vetralla;
– da Roma raccordo anulare uscita 5 Cassia bis;
– da Grosseto S.S. Aurelia uscita Tarquinia proseguire su Aurelia bis dir. Monteromano – Vetralla;

Il Percorso Blu

Dopo aver percorso 7,7km, appena dopo la prima vera sudata di giornata, abbiamo lasciato il percorso rosso svoltando a sx, si percorrono 670mt della strada “Romana” per svoltare a dx e seguire per 500mt i fili della linea elettrica per i ponti radio della cima di Montefogliano e poi svoltati a sx per altri 500mt nel bosco. Quest’ultimo km è forse il tratto più duro di tutti e tre i percorsi, però il luogo è bucolico (in tutti i sensi anche quello della fatica) e ci porta all’Eremo di San Girolamo una grotta scavata nella roccia con sovrastante i resti di una modesta abitazione. Per superare il costone dell’eremo bisogna necessariamente scendere di sella e salire sul costone con la bici in spalla, preso fiato si riparte per i restanti tratti del percorso e dopo 560mt si incontra il percorso rosso come sopra descritto per i successivi 5,2km. Arrivati all’asfalto il percorso rosso gira a dx noi proseguiamo sull’asfalto per 400mt per poi svoltare a dx e scendere a palla per 1,1km e girare ancora a dx per 700mt ed infine 2,84km a capofitto verso la partenza/arrivo.

Dove mangiare e dormire

Per visitare la Tuscia Viterbese scegliete il turismo sportivo, un prodotto autonomo e originale che integra gli elementi propri ai settori dello sport e del turismo.

 

Il turismo sportivo porta in sé l'esperienza motoria dello sport e i fattori culturali ad essa collegati combinandoli all’essenza del stessa del viaggio e del soggiorno.

 

In queste pagine potete trovare la struttura ricettiva più adatta alla vostra attività preferita.

Scopri

Ti interessa altro?

Segui i nostri Canali Social

© Tuscia Sport & Leisure
Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Viterbo

Via F.lli Rosselli 4, 01100 Viterbo

PEC: camera.commercio.viterbo@vt.legalmail.camcom.it

7 + 11 =